Corri sulla francigena – un bellissimo trail a Monteriggioni

Ieri, 10 Novembre (2019), ho deciso di fregarmene della tabella di allenamento della mia amica Amy (Garmin Coach), che mi imponeva 16KM di corsa lenta e, su consiglio dei compagni di squadra della Fratellanza Popolare di Grassina, ho deciso di andare a Monteriggioni, per partecipare alla gara “Corri sulla Francigena” (per chi non sa cos’è la Francigena, c’è sempre wikipedia). Poi, preso dai rimorsi, ho proposto alla mia compagna di corsa preferita (devo scrivere così altrimenti stasera dormo sul divano) di venire con me.
Risultato: sano trail running in posti bellissimi e con il ritmo che dovevo tenere per l’allenamento (almeno fino al 12°KM).

Riscaldamento sulla francigena con Monteriggioni sullo sfondo
Monteriggioni sullo sfondo, con la nebbia che inizia a diradarsi

Siamo stranamente arrivati ad Abbadia Isola la mattina di buon ora (e non all’ultimo momento come nostro solito) con sole, nebbia e 5 gradi di temperatura.
Iscrizione, due chiacchiere in attesa che la nebbia si sollevasse un po’ e la temperatura salisse, “vestizione” e via con un po’ di riscaldamento, e con le foto.

La gara l’abbiamo corsa tutta insieme (…quasi tutta), a un ritmo che mi ha consentito di godermela davvero, e di scattare diverse foto.

Inizio della salita per Monteriggioni
Inizio della salita per Monteriggioni

La prima parte, fino alla discesa dopo il paese di Monteriggioni (che merita assolutamente una visita), è tutta su strada sterrata, poi inizia il percorso bello, in mezzo ai boschi di… boh forse querce (?), con rocce bagnate, sassi smossi e un po’ di fango, il tutto ricoperto da foglie fradice per le piogge e l’umidità della nebbia. In salita, ovviamente, nessun problema, ma in discesa… ho mollato i freni ed è stata adrenalina pura!

La salita verso il ristoro
L’ultimo tratto di discesa, prima di uscire dal bosco

Arrivati al 12°KM, ormai in vista di Abbadia Isola e quindi del traguardo, ho “abbandonato” la moglie ed ho incominciato a correre davvero, stanco di essere sorpassato da tutti.

Qualcuno l’ho ripreso, qualcun’altro no, ma quello che è importante è che prima del traguardo mi sono fermato ad aspettare tita_73 (i beerbelly runners sono dei gran signori!), in modo da finire insieme la corsa

Foto all'arrivo
Beerbelly runners arrivati – Monteriggioni è conquistata!

Anzi, non proprio finire insieme, perchè a me mancavano ancora 2KM per far contenta l’amica Amy, quindi, dopo il ristoro e un po’ di cazzeggio ho finito l’allenamento in programma.

E poi…
E poi c’è stata la prova più dura: quella con le gambe sotto il tavolo, insieme ai compagni di squadra e ad amici vari. Ma è in queste situazioni che si vede la stoffa del beerbelly runner!

…à la prochaine.